.

Il segreto della felicità è la libertà. Il segreto della libertà è il coraggio. "- Tucidide. Θουκυδίδης, Thūkydídēs -Atene,ca. a.C. 460 a.C.- dopo il 440 a.C. -

9 ottobre 2017

La contingenza, l'attuale, alcuni elementi possono giustificare il comportamento individuale?

La contingenza, l'attuale,  alcuni elementi possono giustificare il comportamento individuale? 

L'analisi:

Stiamo andando verso un futuro dove l'attuale è intriso di false speranze poiché queste sono il ripetersi storico di illusioni che establishment ripete ad ogni generazione nel ripetersi d'inganni e false illusorie speranze.

Dopo il sogno di avere una società capace di comunicare cultura, il risultato della  negazione stessa della scienza è la reazione spontanea della gente, razione che ha prodotto il vuoto.

Impossibile  criticare coloro che inseguono il consumismo nella speranza di essere nell'apparire, vittime inconsapevoli.  

La competizione naturale che è nell'istinto umano e doveva essere indirizzata alla competizione del sapere, del conoscere, invece che dell'apparire, dell'avere, come avviene attualmente.


Il risultato è stato mostruoso, il dolore diffuso esagerato e compensato solo dalla forza della vita che è in noi. 


Su questa strada abbiamo perso i più deboli che si sono autodistrutti altri si sono adattati e si sono sottomessi, diventando come dei cani legati alla catena.


Una società che ha esasperato i sensi sul bello esteriore e ormai sconfitto il bello interiore, anche perché non esiste quasi più soffocato, negato, represso, indicato come pericolo, emarginato.


Una società violenta dove il povero è la vittima di un altro povero che si crede ricco e ostenta la sua forza attraverso il consumismo d'immagine.

Uomini che sognano o di avere la bella auto, per potere avere delle belle donne e divertirsi.  Donne che sognano uomini  sono disposte a tutto pur di ottenere ciò che vogliono. Madri disposte a far prostituire iniziare alla droga a rendere schiave le figlie pur di avere quello che hanno altri. Figli impotenti e disperati davanti alla fame nella scelta se prostituirsi per poter mangiare.

La bellezza interiore non ha più valore, nulla che rappresenti la forza dell'anima ha più valore, perché coloro che per primi dicono di volerla difendere sono i primi a corromperla.


Il dolore per tanti, per i poveri, i miserabili, gli oppressi,  è l'abitudine, si è arrivati al punto esasperato che si è felici quando non si soffre!


L'amore è ancora allo stato animale non ha avuto alcuna evoluzione, in molti perché prima usati per far figli, poi usati per far soldi. 


L'accoppiamento è sesso ed è il solo godimento di questa vita, quell'attimo giustifica il resto per esso ci sacrifica si muore o si paga.  

Nemmeno sappiamo godere perché abbiamo perso in quell'attimo la forza di una unione completa sia fisica che la fusione delle due anime dei rispettivi subconsci. 
L'amante capace lo si trova nella proporzione del suo membro e sulla capacità nel gioco erotico senza saper più individuare ll godimento di un rapporto completo. 
L'amore è come suonare uno strumento senza trasporto, senza un profonda sensibilità  capace di esaltare all'infinito quell'attimo. 
Lo si è dimenticato sovrastati da establihment che stanno controllando anche questo.  
Tutto ha un costo nel Dio denaro, l'acqua, tra un po e in certi casi lo è già l'aria, trovatemi una cosa che non costi.
Anche l'amore ha un costo che impedisce l'attimo di gioia. L'amore vale denaro vale beni consumistici vale pertanto è un potere sfruttabile e da qui un ulteriore misera  in cui i più fragili soccombono. 
Anche fare l'amore è divenuto per quasi tutti solo un lavoro.

Ma per l'establishment l'importante è ignorare e proseguire nel loro accumulo di privilegi e ricchezza. Il loro godimento il loro piacere è solo nel loro Dio.


Questo mondo andrebbe rivisto con la forza dell'amore come anche Albert Einstein ha suggerito: La forza più potente che esiste - https://youtu.be/cmBDaPfodVk

Il fatto è " come lo si può rivedere, con questa bomba, se la gente non  sa nemmeno cos'è l'amore? "


7 ottobre 2017

Riprendiamo la pubblicazione

Riprendiamo in edizione ridotta la pubblicazione del "il Caffè"

Come è noto i  motivi esistenziali di appartenenza e di logica filosofica che hanno  sospendendo la pubblicazione non sono stati ancora superati anche i socialisti quelli che credevano in un mondo migliore si sono fermati con il pensiero illuminista.

Quelli che continuano sono i soliti opportunisti.
Dal 1764 non è la prima volta che il nostro pensiero si ferma a riflettere. Per il meglio o per il peggio che vada ci saremo sempre e continueremo ad esserci e lottare anche in silenzio.
Oltre i nostri  più di 45.000 contatti, che abbiamo avuto, necessita una ristrutturazione che per il momento necessita di grandi riflessioni e di staccarci completamente da establishment ormai privo di contenuti ormai  capace solo di proseguire per poter mantenere i privilegi.
Ci troviamo inoltre nella situazione generale  così confusa dai mass media che ci viene impedito indirettamente l'accesso a grandi numeri di ascolto.
Siamo in una fase di mutazione, transizione, gli stessi cambiamenti generazionali stanno subendo mutazioni e l'organizzazione sociale dovrebbe mettere in discussione se stessa. 


Riprendiamo con due articoli significativi:


Il primo è dedicato ad una donna, quanto un l'amore possa far vedere oltre.


"A Livia" 

https://ilcaffe1postverita.blogspot.it/


Il secondo è una analisi dell'attuale evoluzione in corso e della criticità della stessa un articolo di Antropologia sociale, discutibile, criticabile ma attuale.


Come cambia la percezione della vita.






26 aprile 2017

Eppure nulla si muove!

Eppure nulla si muove!

Dovrebbe essere giunto anche nel nostro paese il superamento di quei vincoli strutturali endemici che frenano ed impediscono l’evoluzione in tutto il sistema Italia.  Il superamento di quelle strutture clientelari e corporativiste che hanno imposto il ritardo.

Premessa: 
Il caffè è  sempre stato molto chiaro nella sua visione per il futuro ed è sempre stato proattivo nel prendere decisioni riguardo l’informazione sulla potenzialità evolutiva del sistema globale.
Questo è l'unico modo possibile rimanere avanti nel settore della comunicazione e informare sul reale stato di evoluzione potenziale, ma le sovvenzioni vanno agli amici degli amici! Noi non rientriamo in questo schema strategico.
Siamo purtroppo ancora in un periodo di transizione che ha visto consolidare nel nostro sistema Italia i vecchi privilegi e non dare spazio al nuovo,  anzi emarginarlo se non corrisponde a vincoli religiosi sociali e presenta schemi non corrispondenti alla filosofia Clericale,  una dominante condizionante in questo paese.

La Strategia attuata è la solita, escludere chi non corrisponde al potere e quando il cambiamento è avvenuto o inserirsi con l’intento di distruggere dall’interno  autoproclamandosi il  bene o adattarsi, ma sempre mantenendo privilegi  e potere... in attesa.

Molti dei progressi da noi comunicati riguardanti la Tecnologia  sono stati e sono bloccati attraverso le solite e oscure strategie degli ISP. Ancor oggi pur dovendo pagare per le nostre tasche allacciamenti  costosissimi subiamo ritardi e mal funzionamenti!.
Eppure la nostra filosofia è stata ed è quella  di spingere verso il futuro, sforzo per il quale abbiamo ricevuto e riceviamo sempre un no che ormai  scontato.

Non vi è altra soluzione che imparare da ignorare i mass media Italiani e  rivolgerci al mondo per restare informati.  Questo modo di  comunicare comunque è insufficiente poiché sul territorio dobbiamo fare i conti con una situazione perversa legata a burocrazia di potere, alla mancanza di trasparenza, ad una ignoranza strutturata, insomma siamo in un periodo di arretratezza cognitiva generale che viene imposta al paese.  Viviamo in una società  spinta verso le favole e drogata da dogmi e speranze illusorie, mentre il mondo cambia. 
Continue imposizioni mediatiche riguardanti la politica ecclesiale ormai sono la routine a reti unificate.

La libertà di credo la riteniamo giusta, ma riteniamo ingiusta la dominazione mass mediatica del Clero! 

I FATTI!:
Per guardare al mondo reale  in questi giorni possiamo collegarci al più grande spettacolo mondiale dell’industria che si tiene ad Hannover http://www.hannovermesse.de/home e da questo cercare di comprendere dove è il mondo "oltre alla cappella del Prete impostaci".

Chi nel nostro arretrato paese, può guardare direttamente il sito Web lo guardi e faccia le sue analisi, chi invece ha qualche problema, ringraziando il mancato superamento del digital divide,  rifletta su quanto segue:

Europa il più grande spettacolo del mondo in scena!
La struttura del sito http://www.hannovermesse.de/home:
analisi:
pochissimi errori immediatezza capacità di trasparenza sino al limite imposto della manifestazione, collegamenti funzionanti, velocità, qualità, costi di programmazione contenuti.
analisi  del contesto espositivo (da vedere) - se rapportiamo il numero di aziende italiane presenti con quelle degli altri paesi ci rendiamo conto che abbiamo 28 espositori ce 58 prodotti per un giro di business x*, mentre la Francia nostro fratello povero  ha in tutto (267)presenze con Espositori (165) , Prodotti (62), Eventi (6), Altoparlanti (6) , News & Tendenze (12) per un giro di business x*.  
La Romania paese così denigrato in Italia ha in tutto (44),  espositori (28), Prodotti (6), News & Tendenze (2)per un giro di business x*, ecc. 
Questo per indicare dove siamo finiti con la nostra grandeur Italica!
In generale:
Interessante è il confronto tra Cina, india, Russia e US.
Cina:     Tutti (1132) - Gli espositori (673) - Prodotti (356) - Eventi (19) - Altoparlanti (16) - News & Tendenze (32) - per un giro di business x*,
India: Tutti (322) - Espositori (166) - Prodotti (94) - Eventi (7) - Altoparlanti (12) - News & Tendenze (14) per un giro di business x*,
Russia: Tutti (124) - Gli espositori (68) - Prodotti (20) - Eventi (7) - Altoparlanti (18) - News & Tendenze (4) per un giro di business x*,
USA: Tutti (420) - Espositori (223) - Prodotti (40) - Eventi (4) - Altoparlanti (13) - News & Tendenze (64) per un giro di business x*,

Per il conteggio economico del giro di business x* relativo al confronto economico dei vari paesi, è necessario fare un' analisi, che serve anche per la verifica di agenzie come ISTAT che spesso confondono dati al fine di soddisfare il potere in carica. Per avere una visione reale collegatevi al sito  e la potete calcolare,   http://www.hannovermesse.de/home  + vari siti web.
Noi lo abbiamo fatto e le sorprese non sono mancate, non le pubblichiamo poiché ben sappiamo l'oscenità di manipolazione  dei dei mass media Italiani visto gli esagerati privilegi e guadagni del settore mass media Italiano.  Inoltre la ricerca da noi fatta verrebbe rubata anche manipolata.
Fatela voi stessi e non credete più alla propaganda!
Siamo nel pieno della rivoluzione industriale 4.0 e  Hannover Messe rappresenta un raduno dei costruttori di macchine e società di ingegneria, è come le aziende industriali stanno collegando le loro macchine a piattaforme software, lasciando che il discorso hardware faciliti reciprocamente l'automazione. Le aziende applicano software che possono fare tutto da analizzare i dati e per gestire i ticket di riparazione, e le aziende di software hanno prodotti facilmente disponibili. Gli attuali sviluppi digitali vedono le società di software che stanno addestrando i loro algoritmi, per fornire applicazioni robotiche per le innovazioni nel machine learning e di analisi dei dati guidate dalla tendenze dei consumatori.
Anche in questo caso possiamo vedere la pochezza del nostro Governo collegandoci al sito del Ministero dello sviluppo economico per il piano nazionale industria 4.0 http://www.sviluppoeconomico.gov.it/index.php/it/industria40. come potete constatare la pochezza del sistema,  la poca trasparenza che sarebbe necessaria. Questo perché il ritardo è eclatante  nell’internet delle cose https://en.wikipedia.org/wiki/Internet_of_things  che è un network costituito da oggetti interconnessi fisici (cose) o dispositivi che sono dotati di sensori e un software che permette di trasferire e di scambio dati tra i sistemi del mondo e del computer fisico utilizzando standard di protocolli di comunicazione. Oltre ai sensori , la rete può essere incorporato in attuatori oggetti fisici e collegati attraverso cablate e reti wireless . Questi oggetti correlati (cose) hanno la capacità di leggere e programmazione funzione di attuazione e identificazione, e consentire eliminare la necessità di intervento umano, attraverso l'uso di interfacce intelligenti. Manca la struttura e pertanto le aziende hanno grandi difficoltà ed inoltre vi è anche il problema di reperire personale capace il quale chiede oltre ad adeguati stipendi anche un contesto di servizi che restano solo fantasia in Italia.
Abbiamo avuto opportunità di sviluppo come per l’Expo ma se le sono giocato  solo sull'arricchimento personale le raccomandazioni, la non trasparenza e tante balle raccontate, una strada percorsa e che stiamo ancora percorrendo con un Gentiloni che promette di pagare per l'aumento delle spese armamenti NATO senza chiedere un giro di cassa http://www.digionet.com/np/commercioarmi.htm anche perché la nostra produzione di armamenti ci vede tra gli ultimi. 
Non solo, città come Milano sono prossime a dover affrontare una nuova bolla immobiliare per quanto riguarda i punti vendita, bolla che già si profila. Abbiamo inoltre la questione Alitalia che nel conteggio dei passeggeri di Alitalia è sceso a 22 milioni entro il 2015 da 30 milioni di un decennio prima, Nel periodo, i suoi rivali tutti sono cresciuti, in parte attraverso acquisizioni, con la Deutsche Lufthansa AG aggiungendo 55 milioni di passeggeri, British Airways proprietario IAG SA aggiungendo 25 milioni e Air France-KLM aggiungendo 20 milioni.

Una crisi negata dai mass media e dalla politica, sacrifici andrebbero ripartiti equamente mentre è ormai consolidato il fatto che solo gli svantaggiati debbano sopportarne il peso, d'altra parte lo stanno già facendo da 70 anni e pertanto dovrebbero essere abituati e, se non lo sono ci penseranno quelli che con la forza della loro ragione glielo imporranno!

17 febbraio 2017

POST VERITÀ, BOLLE FILTRO E COMPARAZIONE.

POST VERITÀ, BOLLE FILTRO E COMPARAZIONE.

Post-verità è l’aggettivo scelto dai Dizionari Oxford come parola del 2016 definito come 'in relazione o che denota circostanze in cui fatti oggettivi sono meno influenti nella formazione dell'opinione pubblica che fa appello a emozione e convinzione personale ".
Post- verità implica un etica  ma questa è motivata da posizioni definite dalla strategia cognitiva  proiettata tramite la leadership situazionale. 
Elementi come la corruzione, la trasparenza profonda, la forte disparità di reddito strutturale per favorire gli investimenti,  la cultura, la conoscenza   diffusa da secoli considerate come pericolose per la governabilità di alcuni Stati , sono tesi che sostegno un tipo di economia.
Eppure la politica ha  le sue ultime opportunità di formare la gente come intelligenza biologica collettiva cosciente, mentre invece viene  irresponsabilmente proiettata  nella strategia della post-verità, dimenticando che questa situazione include A.I tramite il  Deep learning - l’apprendimento profondo che comprende e apprende.

5 gennaio 2017

Milano la città della abbondanza.

Milano la città della abbondanza.

Che ci siano tanti stronzi per Milano è inopinabile, questa è in realtà, la effettiva trasparenza che ognuno può constatare camminando per le vie, sia del centro che della periferia, finalmente unite...
Questo è dovuto alla mancanza di pioggia che non supporta gratuitamente l' AMSA,  per i milanesi è la tanto elogiata e costosissima azienda incaricata delle pulizie delle strade, con bella vita dei suoi dirigenti, mancanza di trasparenza e guadagni ottenuti sia al balzello tasse che al profitto ricavato dalla rivendenti stessa dei rifiuti, grande fonte di guadagno. 
teatro sotto la Borsa di Milano -Piazza Affari
Ma la nostra città, tanto elogiata dai mass media filo-governativi che la dipingono tra le migliori città del mondo è ormai addormentata nel suo limbo tipo EXPO che ci insegna che i soliti la fanno sempre franca. Milano manca dii una vitalità economica, Piazza degli affari con la Borsa Italiana è ormai decotta e conta poco più di un cavolo a merenda vedendo tutti i titoli che hanno valenza internazionale andarsene verso quelle Borse che contano Londra , Parigi o Francoforte,non ultimo Parmalat e altri importanti titoli.