.

Il segreto della felicità è la libertà. Il segreto della libertà è il coraggio. "- Tucidide. Θουκυδίδης, Thūkydídēs -Atene,ca. a.C. 460 a.C.- dopo il 440 a.C. -
Dal 1764 la voce dell'illuminismo a Milano.

24 maggio 2018

Il sussurar dell'onde

Il sussurrar dell'onde è un presagio triste e lusinghiero del futuro a noi ignaro da cui è impossibile sfuggir.

L'alba di uno storico 24 maggio vede il sorgere di un nuovo governo per l'italia. Coincidenza è che dopo due Papi ora abbiamo due leader, due partiti che indicano l'avvicendarsi da una logica Cancelli ad un sistema meritocratico. 
Fatto non notato è, che l'immensa forza di indicazione al voto dei Ciellini di Comunione e Liberazione, struttura che ha saputo e sa manipolare il sistema, si è occultato o scomparso nella loro universale sicurezza dogmatica. 
IL sospetto di un "bastone e carota" che sta indugiando su di noi è un sospetto pensiero  verso le incognite del futuro. 
Restiamo nella NATO o OTAN come meglio si voglia e, in questo ballo vi sono interessi che giustificano qualsiasi soluzione pietosa. 
Le braci del fuoco che cova nel mediterraneo si scaldano sempre più e lo straniero si avventura travestendosi  a supporto  delle logiche che hanno segnato il nostro cammino, <<DC (PDL E Forza Italia)>> nella sytrategia del far affluire  gente al lavoro amanuense  per agevolare il benessere di casta del levare al povero per dare al ricco, momento che sta avendo il suo attimo di riflessione o di occultamento conseguenziale  all'evoluzione tecnologica il futuro, non solo in Italia ma in tutta Europa e nel mondo.  
Momenti già percorsi nella storia dell'umanità in periodi di rivoluzione tecnologica e che da sempre hanno portato guerre.
La logica dell'attuale Europa esposta così bene dal presidente il  polacco Donald Tusk pare l'ennesima conferma della posizione che ha preso la Polonia nei giorni scorsi durate la visita del Presidente Polacco  al desco del Presidente Trum nel famoso getto dell"aggiungi un posto a Tavola" .  Logica sostenuta da in europa d'influenza economica del Lussemburgo supportata da una filosofia esposta  dal Presidente Taijani nella quale" il popolo segue ciò che il potere dispone",  specchio di un pensiero opposto del buon nuovo governo Italiano. 

in vendita presso Brerartexhybytyon.
Il mondo sta andando per l'ennesima volta verso l'accaparrarsi dei suoi beni d'interesse strategico,  siamo ad un tavolo, sul quale affamati  pensiamo alla torta posta nel mezzo, è il litigio.  Una torta che rappresenta le fonti di energia le ricchezza del mondo in rapporto ad un sistema socio economico che non sappiamo modificare  risultando tutti vittime consapevoli d' interessi che si autoproclamano il bene la soluzione per le ingiustizie che ci affliggono. La ricerca di fonti alternative nello spazio, su altri pianeti,  muterà ancor di più il nostro stato d'essere per il quale nessun algoritmo risulta completo.
La funzione stessa dell'ONU rappresentata l'incapacità di trovare soluzioni d'interesse comune globale ma solo in banchetto dove i commensali litigano per la divisione della torta. 
Non ci resta che Dio...anche lui  vittima inconsapevole divenuto strumento strategico economico,  causa indotta alla nostra fragilità umana nel nostro stesso dolore. 
Restiamo ottimisti.
-mm-@live.it
n.b il pensiero esposto un questo articolo non rappresenta il nostro pensiero.

23 maggio 2018

Negoziati strategici in corso su Cipro.

Negoziati strategici in corso su Cipro.

Cartello pubblicitario posizionato a confine Cipro tra la zona EU
e la zona Turca.
 il quotidiano cipriota  “Cyprus Mail”, riferisce  che il presidente Tayyip Erdogan, durante un ricevimento offerto agli ambasciatori accreditati ad Ankara per l’iftar, durante il  pasto serale che interrompe il digiuno per il Ramadan, il mese sacro musulmano.  rivolgendosi agli ambasciatori presenti al ricevimento, ha affermato che “i problemi del mondo si risolvono con la diplomazia, ma ultimamente non ci si riesce più”. Per quanto riguarda la questione cipriota, “a causa dei capricci della comunità greco-cipriota, è impossibile superare le distanze per risolvere il problema di Cipro” La mancata risoluzione della questione cipriota dipende dai “capricci” del governo di Nicosia. 
La situazione regionale e la risoluzione della questione di Cipro potrebbero complicarsi ulteriormente se la Turchia avvierà le sue prime perforazioni in completa autonomia alla ricerca di petrolio e gas naturale nel Mediterraneo orientale entro la fine di questa estate,  l’avvio delle prospezioni turche nella regione  potrebbe provocare ulteriore attrito tra Ankara e gli altri Stati costieri, ravvivando storiche e più recenti tensioni. Inoltre la mancata soluzione  riemette in discussione la questione della base Nucleare della Nato di Incirlik dipenderà che dall'esito dei negoziati strategici in corso su Cipro: se i colloqui porteranno ad abolire il ruolo della Turchia come paese garante, ciò significherà che gli Stati Uniti stanno cercando un'alternativa a Incirlk .
la questine cypro
Cipro è divisa tra la parte d'influenza Turca e quella Europea, il tentativo di conquistare l'Europa attraverso una speculazione immaginaria dei tulipani non sembra riuscita. L'evoluzione è esclusivamente di interesse economico altre motivazioni  di carattere nazionalistico o fantasione promesse di riferimento a speculazioni socio politiche non hanno dato effetto per il momento, anzi l'aggravarsi hanno aggravato la situazione in attesa delle prossime elezioni turche.

20 maggio 2018

Mediterraneo tensioni

Mediterraneo:

Solo i nostri media dimenticano di parlare riguardo ad all'escalation di tensioni in corso. 
Il fattore Turchia è al centro dell'attenzione anche perchè le prossime elezioni anticipate di Erdogan muovono sullo scacchiere degli interessi, una confusone di giochi  impossibile da districare.
Oggi  Il presidente turco Recep Tayyip Erdogan parlerà oggi a Sarajevo in un comizio elettorale per le elezioni nel suo paese,  ha il sostegno delle autorità bosniache, ma provoca reazioni in gran parte della popolazione. La scelta di Sarajevo è perché molti paesi dell'Unione europea, in particolare la Germania, hanno impedito la partecipazione concentrazioni favore di Erdogan prima del referendum di aprile 2017 per rafforzare i suoi poteri. Questo aveva causato grandi tensioni tra Bruxelles e Ankara.
Questo incontro, che si tiene a poco più di un mese prima delle elezioni anticipate presidenziali e parlamentari in Turchia, il 24 giugno, indirizzata agli immigrati turchi, che sono stimati in tre milioni, con 1,4 milioni vivono nella sola Germania. Erdogan è diventato presidente della Turchia nel 2014, dopo 11 anni come primo ministro. Stà promuovendo una revisione della Costituzione per trasformare il sistema politico turco in uno presidenziale. Sostiene la sua rielezione per un secondo mandato alla presidenza.
Secondo la stampa in Bosnia, 20.000 persone sono attese a raccogliere nel padiglione Zetra, dove già da ieri messo due enormi ritratti di Erdogan e Kemal Ataturk.
Ad aprile, le autorità olandesi e austriache avevano annunciato di non aver sostenuto positivamente l'incontro pre-elettorale di Erdogan.
Inoltre  informazioni sul piano di preparato omicidio di Erdogan sono state portate all'attenzione del servizio di intelligence della Turchia e dei paesi dei Balcani che hanno  svolto congiuntamente attività per  questa  ricerca, sulle informazioni sul piano di attacco contro il  presidente turco Recep Tayyip Erdogan, questo lo ha riferito la rete TRT televisione turca, citando una fonte del servizio di intelligence turco e ripreso da numerose fonti d'informazione.
Le informazioni sul piano di attacco sono state rivelate un giorno prima della visita di Erdogan in Bosnia questa domenica. L'informazione è stata data ai servizi segreti turchi dalla controspionaggio macedone, informazione ricevuta dai turchi che vivono nel paese.
Vice governo turco Bekir Bozntag ha scritto nel suo account Twitter che "sappiamo che ci sono alcuni ambienti che si occupano", perché "abbiamo un leader così forte" ed è per questo "che vogliono ucciderlo", ma "il nostro presidente non è qualcuno che paura a causa di tali minacce e cambierà la politica "e" coloro che non hanno ancora capito questo è insensato ".

All'inizio dell'anno, gli ufficiali della Organizzazione nazionale di intelligence della Turchia con il servizio di intelligence del Kosovo hanno arrestato 6 presunti membri del movimento religioso islamico Fethullah Gulen, che è accusato da Ankara di essere dietro al fallito tentativo di golpe del 2016 nel paese.
La questione Balcani è tesa e coinvolge sia il mediterraneo che il mar Nero in un rivendicarsi di interessi e è divenuta una situazione estremamente ingarbugliata.  Le nazioni coinvolte  sono: Albania , Bosnia-Erzegovina , Bulgaria , Montenegro , Kosovo , Macedonia e Grecia, Tuttavia, si dice che il confine della penisola sia stabilito dal fiume Danubio, per esattezza dal suo affluente chiamato Sava, il che però rappresenta per alcuni un errore in quanto  comprende in sé anche lo stato della Slovenia, che ha avuto a che fare con i Balcani solamente dopo la caduta dell'Impero asburgico e alcuni includono anche  la Romania.
In effetti la questione comprende zone di tensione che coinvolgono tutta la zona inclusa l'Ukraina e la Moldavia.  in una sfera di alternanze d'influenza geopolitica estremamente tese e che coinvolgono interessi economici sia Americani che russi che Europei.
Area ex Jugoslavia evoluzione del territorio.

Punti estremamente caldi dei Balcani sono la Macedonia e il Kossovo, Il Kosovo ( serbo : Косово ), il nome ufficiale della Repubblica del Kosovo ( albanese : Republika e Kosoves , serbo: Република Косово), i Balcani , che si trova dentro e senza sbocco sul mare. Posizionato a Nord e ad est della Serbia , nel sud della Macedonia e l'Albania ad ovest, mentre il Montenegro è adiacente. Nel 1999, le Nazioni Unite hanno ricevuto sotto il controllo il Kosovo dalla Serbia, nel 2008 e ha dichiarato unilateralmente l'indipendenza. Finora è stato riconosciuto da 112 paesi  resta ancora un punto caldo riguardante la recente guerra del Kosovo per la quale le conseguenze si stanno approssimando causa le conseguenze tanto che il parlamento Serbo ha approvato una proposta di legge per la creazione di una commissione d'inchiesta che indagherà sulle conseguenze per la salute dei cittadini e per l'ambiente causate dai bombardamenti con uranio impoverito condotti dalla Nato contro la Serbia nella primavera del 1999 durante la guerra del Kosovo. Dei 157 deputati presenti 156 hanno votato a favore, uno non ha votato. La commissione informerà il parlamento ogni sei mesi sull'andamento delle indagini, e presenterà un primo rapporto entro la fine del 2020. Questa tensione che si è  accesa nei giorni scorsi quando il presidente Aleksandar Vucic, annunciano la creazione della commissione riguardante l'uranio impoverito conseguente ai raid Nato,  denunciando un incremento dei casi di tumori nel Paese, in particolare fra i bambini.
 Le autorità ritengono che di grande aiuto potrà essere il rapporto della commissione d'inchiesta istituita in Italia, Paese che partecipo' agli stessi bombardamenti Nato del 1999 e nel quale circa 4 mila militari impegnati nell'operazione del Kosovo si sono ammalati di cancro e quasi 300 sono morti.
Una situazione estremamente pericolosa anche perchè nel gioco sono subentrate questioni conseguenti,  un momento che ormai prosegue da tempo  ed è esasperato e nascosto, percettibile, ma non perscrutabile se non sei vittima o carnefice in uno spazio dell' indefinito, quello che viene indicato come  " lo stato profondo" coinvolgendo in ignare persone in  orgie, ricatti e antisemitismo, razzismo e social. Un concerto di scambi di accuse riguardanti persone che credono in un una ragione servendone un altra ignari.  In un contagio anche nei  luoghi d'intrattenimento pubblici, sino agli hamman  e anche persone di culto e si inserisce dalla prostituzione alla droga, harem di gattini o di lupi che pur di ottenere  sono disposti al lavaggio del cervello e travestimenti e di cui nessuno ne consce la reale situazione. 
-mm-@live.it

16 maggio 2018

aggiornamenti Mediterraneo.

Mediterraneo.
Mosca da poche ore ha informato che a causa della restante minaccia di incursioni da parte di terroristi internazionali in Siria, navi della Marina Militare Russa che trasportano missili da crociera Kalibr saranno costantemente schierate nel Mar Mediterraneo", ha comunicato Putin in una riunione militare.
L'occidente sino a poco tempo fa  ignorava l’esistenza del missile Kalibr con prestazioni importanti; era al corrente di un mezzo più vecchio (chiamato SS-N-27), con una portata di massimo 200 chilometri, ma non di questo SS-N-30 Kalibr che dopo percorsi 1500 chilometri, piomba sul bersaglio al triplo della velocità del suono.
 

Dove stiamo andando?

Dove stiamo andando? 

La statuizione ormai tesa da tempo si sta sempre più aggravando in un continuo crescere e, per il Presidente Trump e i suoi amici,   pare non  tiri un gran buon vento. 
Il polso della situazione generale traspare anche da un analisi fatta da Facebook (Istagram)  che ha presentato un rapporto sulla trasparenza e che mostra un numero
notevole crescente di post identificati come contenenti violenza grafica nel primo trimestre del 2018.  il rapporto Facebook definisce il contenuto della violenza grafica come l'informazione che glorifica la violenza o celebra la sofferenza o l'umiliazione degli altri, che potrebbe essere coperta da un avvertimento e impedita di essere mostrata agli spettatori anche minorenni. Il contenuto controllato includeva violenza grafica, incitamento all'odio, nudità degli adulti e attività sessuale, incitamento e predisposizione alla prostituzione, adescamento delle persone,  spam, propaganda terroristica (ISIS, al-Qaeda e affiliati) e conti falsi. 

In effetti l'escalation della violenza sembra solo il riflesso l'analisi di una situazione globale Che senza la rete sarebbe impossibile da verificare e resterebbe nascosta.  
Dall'analisi si può dedurre che nel peggiorare della situazione globale economico politica di guerre e tensioni,  situazione dove il  Mediterraneo domina la scena, in un susseguirsi di inasprimenti il riflesso compartimentale individuale appare conseguente.

In effetti dove stiamo andando oltre il dolce dormire della TV generalista?

Mediterrano:

La  Turchia ha ritirato il suo ambasciatore in Israele - Israele a ritirato i suo dalla Turchia.( X fatta). Però i morti e i feriti  lasciano il segno. 
La visita in Gran Bretagna di Erdogan  non ha dato i risultati che sperava e per la prima volta da quando è salito al potere in Turchia 15 anni fa, gli investitori non sono così entusiasti della prospettiva che Recep Tayyip Erdogan vinca un'altra elezione. Il fatto è  che il dividendo di stabilità politica del governo di Erdogan non paga più, gli investitori hanno venduto asset turchi alla vigilia di un voto anticipato convocato per il 24 giugno, portando la lira Turca  ai minimi successivi e ai rendimenti sul debito pubblico a lungo termine per il più alto mai registrato. Le assicurazioni sul fatto che Erdogan sia in definitiva un pragmatico per le questioni economiche sono state sostituite dal timore che la sua attenzione incentrata sulla crescita stia conducendo l'economia nel sottosuolo.  Gli investitori sono diventati più negativi nelle prospettive a lungo termine dell'economia Turca  causa di un processo decisionale sempre più imprevedibile e della mancanza di riforme.

Mar Nero:
Ucraina, vicina alla pretesa Crimea, ha visto l'apertura del ponte di Crimea, lungo 19
chilometri, il più lungo d'Europa che rende facile la comunicazione e il commercio tra la penisola e la Russia continentale.    Questo ponte ha innervosito Washington che sostine che il ponte impedisce la navigazione e la consegna delle merci nella zona e quindi gli Stati Uniti stanno osservando da vicino la situazione che la riguarda,  Mosca ha risposta che  non sta chiedendo l'autorizzazione di nessuno per la costruzione di progetti infrastrutturali sul suo territorio, (l'ambasciata russa in una dichiarazione).

Iran: 
Il vincitore è il noto religioso sciita
 Muqtada al Sadr

Le elezioni nel vicino Irak  hanno visto Il successo dei partiti sciiti il 12 maggio, dando consistenza all'opinione che gli americani non sono ben visti, opinione sostenuta da alcuni blogger sul fatto che gli iracheni odiano gli americani, frustrati dalle loro politiche "Non dimentichiamo che gli americani hanno ucciso oltre 200.000 iracheni, mentre 1,5 milioni di persone sono rimaste ferite durante la campagna [statunitense] del 2003-2011." 
La presenza di Daesh in Iraq ha aumentato l'odio per gli Stati Uniti da parte di entrambi i musulmani sciiti e sunniti. " Inoltre, la posizione intransigente dell'Iran nei confronti delle politiche statunitensi nella regione, tra cui il trasferimento dell'ambasciata Usa a Gerusalemme da motivo per uno spostamento d'interesse verso l'Iran.

Corea: 
Ieri mercoledi 15  maggio un alto funzionario della Corea del Nord ha avvertito  che Pyongyang sta riconsiderando i colloqui al vertice concordati con gli Stati Uniti se subirà la continua pressione di abbandonare "unilateralmente" il suo programma nucleare. Inoltre Il vice ministro degli Esteri Kim Kye-gwan ha chiarito che  non è interessato a nessun discorso sul nucleare in cui è costretto a rinunciare al proprio arsenale nucleare.  In precedenza, Pyongyang aveva annunciato che avrebbe sospeso i colloqui con la Corea del Sud se  disturbati dalle esercitazioni militari congiunte in corso Max Thunder, condotte da Seoul e Washington, intesa come una dimostrazione di un'invasione della Corea del Nord e considerata una "provocazione" da Pyongyang .
I  tanto attesi colloqui al vertice tra il leader nordcoreano Kim Jong-un e il presidente degli Stati Uniti Donald Trump rientrano da definitivi ancora in discussione,  con il Presidente  Kim che ha espresso dispiacere per gli Stati Uniti, facendo emergere precedenti metodi di denuclearizzazione, incluso quello usato per la Libia.
Si prevedeva  che i colloqui tra Kim e il presidente degli Stati Uniti Donald Trump si svolgeranno a Singapore il 12 giugno. Attualmente i contatti  internet con la Corea del Nord subiscono grandi difficoltà, le notizie che trapelano sono estremamente difficili da cogliere , "impossibile accedere" in Nord Corea  non si sa se per causa  Americana o Nord Coreana,  resta il fatto che il Nord Corea è silenziato.  
Il Dipartimento di Stato americano ha dichiarato di non avere informazioni dalla Corea del Nord sulla minaccia di annullare il vertice tra Kim Jong-un e Donald Trump e che sta procedendo con i preparativi per la riunione, mentre dalla Cina emerge stupore sul fatto che gli americani ignorino quanto detto dalla Corea del Nord. 


Pertanto non meravigliamoci se la violenza è in aumento è il segno costante di una società ammalata la quale ha come esempio  l'uso della forza come soluzione o la sottomissione assoluta.

Inoltre il sistema capitalista impone logiche di benessere strutturato solo per alcuni suoi leader e associati, mentre richiede "sacrifici umani" agli altri per il suo benessere. 
Analisi sociali sono ormai inutili da farsi se poi non si cura il male o si finge di non comprendere in nome del proprio potere temporale/spirituale. Il male non è nell'animo del gente ma nell'animo di  potenti avidi. Il male lo si conosce, solo che lo si vuol vendere come bene riservando la liberta solo  per alcuni e, schiavitù per gli altri.
Nel contempo i media generalisti imperano sostenendo che ne etica ne morale servono per il futuro! (Mediaset ieri).
-mm-@live.it

15 maggio 2018

La Turchia chiede all'ambasciatore Israeliano o di Lasciare il Paese.

La Turchia chiede all'ambasciatore Israeliano o di Lasciare il Paese. 

Agenzia di Stampa Turche hanno battuto la notizia dell'acuirsi delle tensioni mediterranee.

La risposta  del primo ministro israeliano Benjamin Netanyahu è sta immediat e stat immediata e ha  sbattuto il presidente turco Recep Tayyip Erdogan su Twitter come "uno dei più grandi sostenitori di Hamas," in tal modo, rispondendo alle critiche per le proteste di Gaza.
"Consiglio a Erdogan di non insegnarci la moralità", ha affermato Netanyahu.

Nulla invece è ancora trapelato riguardo il presidente Turco, a Londra riguardo la valutazione delle tensioni mediterranee che coinvolgono  la questione scottante di Cipro, che vede la Gran Bretagna presente sull'isola con una sua forza Militare e inoltre le navi Uss Iwo Jima (LHD-7),  Uss New York e Uss Oak Hill sono state già indicate da tempo in zona, dopo che l’autoproclamata Repubblica turca di Cipro Nord (Trnc), riconosciuta esclusivamente dalla Turchia, si è opposta alle iniziative di Nicosia in politica energetica nel quadro dell’azione politica ed economica intrapresa dal governo di Ankara per affermare l’interesse nazionale nel Mediterraneo orientale e in Medio Oriente.
In questa vicenda  lo stesso governo di Nicosiaha indicato che tutto ciò non è stato frutto di un mero caso: “L’Italia in questo contesto è l’anello più debole, purtroppo a prevalere è sempre la forza delle armi”; a pronunciare queste parole è stato il ministro degli Esteri cipriota, Ioannis Kasoulides, nel corso di una conferenza stampa tenuta nella capitale dell’isola nei giorni scorsi. La frase sembra voler indicare esplicitamente il fatto che l’Eni sia rimasta, di fatto, ‘vittima’ della debolezza italiana di fronte agli altri attori internazionali presenti a Cipro: volendo mandare un messaggio importante circa le sue aspirazione, Erdogan ha preferito colpire l’Italia piuttosto che irritare Francia e Stati Uniti.

Parallelismi.

Parallelismi.


La polizia ha arrestato uno spacciatore che possedeva una scorta moderata di narcotici e indossava una maglietta con la scritta "pusher".

La polizia  di Brindisi ha arrestato un presunto spacciatore che indossava effettivamente una maglietta con la scritta "pusher" stampata su di essa, secondo quanto riportato dai media locali.

L'arresto collegato alla maglietta  ricorda un fatto avvenuto alcuni anni fa riguardante un episodio di sponsorizzazione pubblicitaria di una marca privata da parte della polizia in un ambito di una manifestazione importantissima internazionale, A questa incontro di football  un poliziotto si presentò, (sottolineano,  la valenza economica) nell'area privata  dove venivano invitati i clienti della marca ufficiale.
Il baldanzoso rappresentante della legge, in servizio, venne autorizzato con una maglietta sponsorizzata di una marca concorrente ostentandone così la pubblicità.  
Questo avvenne a scapito e danno  dei milioni di Lire che la multinazionale, ufficiale sponsor dell'incontro, la quale aveva investito nella pubblicità per fidelizzazione. Il conseguente sorriso dei clienti invitati  recependo il messaggio della polizia, il significato, furono attratti, coinvolti dal messaggio delle forze dell'ordine; il che basta l'essere furbi e ben introdotti e non stupidamente investire milioni di Lire in pubblicità per esserci e chi conta te lo diciamo noi che rappresentiamo lo Stato. Un danno d'immagine incalcolabile. 
Ovvio che è impossibile credere all'ingenuità alla ignoranza, il poliziotto  provocatore era lo sponsor della concorrenza e guadagnava crediti gratuiti a discapito della marca che ingenuamente aveva investito ingenti somme del proprio budget per poter apparire alla manifestazione. Bastò essere un pubblico ufficiale per poter distruggere investimenti pubblicitari e il lavoro degli altri. Insomma peggio che la mafia.
Il sostegno e il silenzio del ministero degli interni di allora portò alla rovina il responsabile della manifestazione che ben presto si vide levare uno ad uno tutti gli incarichi e ne sentenziò la sua fine  professionale, anzi l'amministrazione Italiana della marca coinvolta tolse al mal capitato  incarichi e fece dare un prestito bancario a amici del provocatore del  poliziotto il quale venne promosso.
Questa è l'Italia.
Se tanto ci da tanto,  l'ingenuo pseudo spacciatore di Brindisi facilmente nemmeno aveva la scorta moderata di narcotici, probabilmente gli l'hanno messa loro, visto la protervia e la violenza  da tempo esposta dalle così dette forze. 
L'abuso di potere è consuetudine per coloro che si sento superiori ai cittadini,  molti sono gli esempi conosciuti e altri sconosciuti e distratti. La destrezza e l'arroganza dimostrata, la disinvoltura ad accappiarsi benefici a danno dei cittadini nella logica fascista del collocare persone del proprio giro in posizioni strategiche è ragione del degrado sociale in cui ci troviamo, un degrado che si può intuire nella compartecipazione al malaffare, alla droga alla prostituzione minorile allo sfruttamento che questo segmento ammalato che la "democrazia" cavalca. 
"pubblicità progresso"
Il Pusher di Brindisi non  contava, non faceva parte dell'establishment della polizia che popola e gode dei benefici e delle grazie del potere altrimenti avrebbe avuto l'immunità "strategica" e avrebbe potuto continuare a divertisi senza costrizioni,  a divertirsi senza alcun  limite ne etico, ne morale, con il presupposto della ragion di Stato!.

Una riforma degli Interni necessita urgentemente, da troppo tempo doveva esser già stata fatta, affinché episodi di sopraffazione e di provocazione non succedano più, affinché ogni cittadino ogni imprenditore, sia rispettato per i lavoro che svolge senza interferenze strategiche di una ragion di Stato pseudo fascista. Necessita che una polizia Europea che controlli severamente gli abusi fatti.

Già ma per quei poveretti sopraffatti dal potere è troppo tardi, nessuno potrà mai ridargli la vita perduta, anzi nella loro disgrazia li potranno sfruttare ancora senza ritegno portandogli via tutto quello che hanno e ancor di più, a meno che diventino loro stessi degli pusher al servizio del nuovo padrone. 
Schiavitù moderna in nome di una strategia superiore? No solo opportunismo e convenienza individuale.

14 maggio 2018

CYPRO

CYPRO

Zona tampone delle Nazioni Unite, Yipro
Una vecchia pubblicità della Toyota è una delle tante reliquie in decadenza in questa zona demilitarizzata a Cipro.
Nel 1974, le truppe turche invasero Cipro, intensificando una guerra civile tra i residenti greci e turchi. Le Nazioni Unite hanno preso il controllo di una " Buffer Zone " nella capitale, Nicosia, dopo che i combattimenti si sono conclusi con un cessate il fuoco.

Questa storica terra di nessuno è circondata da mura che separano la comunità turca dalla comunità greca.  All'interno delle mura ci sono case abbandonate, aziende e un piccolo aeroporto che, come dice The Atlantic , sono rimasti "congelati nel tempo" per decenni.





An old Toyota advertisement is one of many decaying relics at this demilitarized zone in Cyprus.Dickelbers/Wikimedia Commons

Una giornata di stress nel mediterraneo.


Una giornata di stress nel mediterraneo.

I media di tutto il mondo oggi si espongono in una ampia retorica riguardo la giornata in cui viene spostata l'ambasciata USA a Gerusalemme.
Le posizione antagoniste sono evidenti poiché gli effetti possono essere imprevedibili ma analizzabile sotto l'aspetto convenienze.
Il nostro sguardo si è posato sulle reazioni ufficiali che il Presidente della Turchia Erdogan ritenuto elemento dii equilibrio e squilibrio nel contesto mediterraneo nella ambiguità di posizionamento strategici, procurando stress e paure. 
Erdogan ha costantemente criticato le recenti azioni di Stati Uniti e Israele. La settimana scorsa, ha detto alla CNN che il trasferimento dell'ambasciata degli Stati Uniti d'Israele a Gerusalemme è stato un "enorme errore". Ha ribadito la sua posizione secondo cui "Gerusalemme est è la capitale della Palestina" e che "quando sarà stabilito uno stato palestinese", un'ambasciata Turca si aprirà lì, chiaramente anche oggi l'opino leader Turca indica che  "Sotto l'occupazione israeliana, Gerusalemme affronta una giornata difficile". 
L'imprevedibilità del Presidente Erdogan mette in serie difficoltà quelle strategie che necessitano di riferimenti sicuri come la NATO.  Operando in tempo reale la politica Turca sta insegnando ad affrontare l'opportunità del momento che senz'altro è l'attualità di schemi strategici flessibili, resta pertanto un incognita che sfugge a quelle strategie programmate di guida, almeno così pare.
In effetti Erdogan sembra un direttore d'orchestra che varia la partitura in corso di concerto senza preordinare il cambio di spartito. Una sinfonia che in effetti ha la sua storia nella musica classica ottomana nel quale contesto alcuni splenditi musicisti non conoscevano neppure le note musicali, ma hanno saputo ugualmente concertare musiche esaltanti.
Alla Farnesina a Gerusalemme si è tenuto  domenica pomeriggio un ricevimento per la delegazione statunitense. La delegazione è stata guidata dalla figlia Ivanka del presidente degli Stati Uniti Donald Trump, dal suo consulente senior e dal genero Jared Kushner, nonché dal segretario del Tesoro Steven Mnuchin.
Il ministero degli esteri israeliano ha detto che 86 ambasciatori stranieri in Israele sono stati invitati alla cerimonia di apertura. Circa 40 di loro hanno accettato l'invito. Quattro paesi europei - Austria, Repubblica ceca, Romania e Ungheria - hanno confermato la loro partecipazione sebbene l'Unione europea si opponga al trasferimento.
Ricordiamo che in una risoluzione del dicembre 2016, il Consiglio di sicurezza dell'ONU ha chiesto che Israele interrompesse le sue attività di insediamento "immediatamente e completamente", ma è stata ignorata da Israele.
Le incognite che oggi emergeranno  pongono il mondo davanti a mutevoli indirizzi imprevedibili la cui loro lettura fornirà nel medio lungo termine nuovi assetti nell'area mediterranea.